Creativo ma anche Saggio: il #Timefactor di Giulio Sangalli

Dedicare tempo agli altri, valorizzando il proprio talento.
Questo è il #Timefactor che TIMEREPUBLIK permette di coltivare e di far emergere: attraverso il digitale, stabilire relazioni solidali e/o professionali, guadagnare in reputazione, ottenere ed attribuire fiducia, acquisendo capacità di spesa. Questo è il #Timefactor che Giulio Sangalli ha dimostrato di avere.

Ciao Giulio, grazie per il tempo che concedi anche a noi. È bello sapere che su www.tgiulio-sangallo-graphic-designer-timerepublikimerepublik.com ci sono persone come te!
Grazie, troppo gentili…in fin dei conti non faccio nulla di speciale…

Dicci chi sei, che cosa fai, che prospettive hai.
Ho 25 anni, sono il secondo di tre fratelli e vivo vicino a Milano. Lo scorso aprile mi sono laureato in Design di Prodotto per l’Innovazione al Politecnico di Milano, ma già da un anno cercavo di sopravvivere facendo il grafico freelance. Diciamo che la mia prospettiva a breve termine è smettere di sopravvivere…

Quali sono i talenti che metti a disposizione della community di TIMEREPUBLIK?

Il talento che metto a disposizione è nello specifico quello della grafica (ideazione di loghi, immagine coordinata, impaginazione, materiale pubblicitario, grafica web e tutto quello che può essere utile in questo ambito). Mi piace però di più pensare di mettere a disposizione di chi ne ha bisogno un po’ di creatività…creatività mai fine a se stessa, ma piuttosto utile e usata bene.
Nella community non metto a disposizione altro, almeno per adesso. Magari in futuro potrei decidere di offrirmi come traduttore (inglese) o in qualche ambito musicale.
Come sei venuto a conoscenza di TIMEREPUBLIK? Cosa ti ha spinto a farne parte?

La mia tesi di laurea specialistica ha riguardato il rapporto tra il design di prodotto e la tematica della Decrescita. Ho voluto trovare un collegamento possibile (o forse tutto da inventare) tra la mia professione e la maniera in cui vedo il mondo, o meglio la direzione che vorrei che il mondo prendesse per il proprio bene. Ho fatto un’analisi delle forme di credito alternativo, delle economie non mercantili e non monetarie e delle reti di scambio gratuito di talenti e conoscenze. Ed ecco la scoperta. Inutile dire che ho aderito subito.

Hai già siglato degli accordi? Raccontaci com’è andata.

Si ho siglato diversi accordi in questo anno. Sono stati tutti positivi ed è stato bello, in alcuni casi, sapere di aver collaborato con qualcuno dall’altra parte del mondo: un pizzaiolo e un’associazione culturale in Brasile, ad esempio. Ho ricevuto commenti positivi, quindi mi ritengo soddisfatto.
Mi è anche capitato di richiedere aiuto per alcune questioni e anche in questo caso ho trovato molta disponibilità e molta competenza. Questo per dire agli scettici che aiutarsi scambiandosi i propri talenti non è solo una bella storia da raccontare ma qualcosa di concreto, che funziona davvero.

Due consigli:
a chi offre talenti come i tuoi, come risultare più appetibile?
a chi ne ha bisogno, che cosa aspettarsi?

A costo di ripetermi voglio consigliare ai miei “colleghi” di essere creativi ma anche saggi, e soprattutto di proporsi per quello che sono. A livello pratico consiglio sicuramente di inserire nella propria pagina un link ad un portfolio (ma sono sicuro che i colleghi lo sappiano già).
Ai “non-colleghi” dico che da me in particolare possono aspettarsi lavori sempre professionali e ben fatti e collaborazioni quasi più d’amicizia che lavorative.

Cosa potresti aver bisogno di chiedere agli utenti della community?

Sono un disastro con tutto ciò che ha a che fare con ordine, precisione e scadenze, infatti ho già contattato qualche aiutante commercialista. Poi ho sempre bisogno di un esperto di web che mi supporti in qualche cosetta tecnica.

Grazie Giulio!

Grazie a Voi!

SIGN UP ON TIMEREPUBLIK.COM