C’è fame di rapporti umani e di fiducia, soprattutto su internet

eta-beta-rai-radio-1Ricostruire la fiducia tra le persone e promuovere l’aiuto reciproco, che sia frutto di una vicinanza fisica o di una vicinanza “globale”. ViciniDiCasa, Social Street, TIMEREPUBLIK. Tre realtà che sembrano così diverse, ma che hanno i medesimi obiettivi. Ci siamo incontrati alle 14:10 di venerdì 27 gennaio, su “Eta Beta” di Rai Radio 1 e sembravamo “tre amici al bar che volevano cambiare il mondo”.

Partiamo dal sale. Ne ho bisogno. L’ho finito e ne ho bisogno. Per di più è domenica. Cosa faccio? Potrei chiederlo alla mia dirimpettaia, no? Il punto è che ho 700 amici su Facebook, ma la mia vicina l’avrò vista sì e no 10 volte. A stento so che faccia abbia.

social-street-italiaPerò ho una chitarra. Mi piace suonarla, è la mia valvola di sfogo! Ma vorrei suonarla insieme ad altri, creare un piccolo gruppo insomma. Faccio qualche ricerca su internet, sui gruppi studenteschi ecc… Mi “accordo” con tre ragazzi: uno sta a est, uno a ovest e uno a nord della città. Per venire incontro alle esigenze di tutti ci si vede in centro. Insorgono i problemi: decidere insieme è troppo difficile, il posto per suonare costa troppo e questi ragazzi, in fondo, non mi stanno neanche troppo simpatici. Risultato: ritorno a suonare nella mia stanza. Mesi dopo, facendo un giro nel mio quartiere, seguendo vari suoni e strimpellamenti, scopro che, nel giro di neanche un chilometro, ci sono due chitarristi, un bassista, una violinista e un percussionista. Si potrebbe mettere in piedi una banda rionale. Già, ma chi li conosce? Come li trovo?

Infine, ho bisogno di lezioni private di inglese. Le lezioni private costano. Possibile che non ci sia un altro modo di farle? Vado su internet (aridaje). Ci sono un sacco di servizi di scambio, condivisione di competenze e altre parole che, visto che non so bene l’inglese, non capisco. Provo? Sì, ma chi mi dice che non sia una fregatura? Chi sono ‘ste persone? Chi le conosce? Mi guardo un dvd coi sottotitoli e, come va va, dovrà bastarmi.

Diffidenza, Isolamento, Immobilismo. Tagliando corto: è una situazione sostenibile?

vicini-di-casa-coI tre esempi sopra citati sono solo alcuni, e anche i più banali, delle situazioni che viviamo ogni giorno e che ci imponiamo di non risolvere, precludendoci esperienze, incontri, occasioni di crescita. Eppure la fame c’è, rimane. Fame di rapporti umani!
Da dove cominciare? Be’, per prima cosa dal nostro condominio, da quelle “entità” che passano ogni giorno dal nostro pianerottolo. Poi dal nostro quartiere, per scoprire che ci sono decine e decine di persone che condividono i nostri interessi, ma anche le nostre necessità, i nostri bisogni. Vogliamo puntare in alto? Dai, usciamo fuori, nel mondo! Potremmo rimanere sorpresi di quante persone, pur di culture e idee diverse tra loro, tuttavia condividono interessi e sono disposte a darsi una mano a distanza. A darla anche a noi.

Internet, insomma, non è solo un luogo di isolamento e di autocelebrazione, di transazione, di disintermediazione. Partiamo dalla rete, allora, per incontrarci in strada, mettiamo a disposizione i nostri talenti per il bene della comunità, piccola o grande che sia, e dimostriamo coi fatti che siamo davvero utili, che ci si può fidare di noi.

ViciniDiCasa, Social Street, TIMEREPUBLIK, hanno messo in piedi un mezzo, un strumento per farlo, ma la base, la vera risorsa che rende tutto questo possibile, sono le persone e la fiducia che sono capaci di provare le une per le altre.

Ecco il link per il podcast della puntata di Eta Beta:

http://www.rai.it/dl/radio1/2010/programmi/Page-d0b483ed-f964-4ec6-8ea1-010d12e468ed.html

SIGN UP ON TIMEREPUBLIK.COM