TimeRepublik sbarca negli USA: una piccola rassegna stampa

usa_flag

Questa è una settimana molto importante per TimeRepublik: il portale è stato lanciato ufficialmente negli Stati Uniti d’America. Lo abbiamo annunciato tramite i nostri canali social qualche giorno fa e tra ieri e oggi iniziano a arrivare le prime risposte.

Ed è così che abbiamo visto importanti webmagazine parlare del servizio che in Europa e Sud America è conosciuto e che si appresta (dita incrociate) a conquistare le simpatie degli statunitensi. Da questa parte dell’Atlantico stiamo seguendo gli articoli che a mano a mano vengono pubblicati da blog e testate giornalistiche. Il primo è l’articolo di Adele Peters apparso su fastcompany.com dove si parla di TimeRepublik come “un’applicazione sull’economia collaborativa che implica realmente la collaborazione” (proprio Fast Company qualche settimana fa aveva pubblicato un articolo che decretava la morte della sharing economy). Mentre trendhunter.com attesta che l’argomento è al momento di massima attenzione (loro dicono “Very New & Hot”) con un grosso livello di popolarità negli USA.

E non potrebbe essere altrimenti visto che anche la Spike DBB agenzia diretta da Spike Lee (si, proprio lui) ha deciso di dedicargli un tweet.

Se poi pensiamo che anche il Time nella sezione Tecnologia e Denaro dedica spazio a TimeRepublik abbiamo la dimensione del buzz attualmente in corso negli USA. L’articolo scritto da Katy Osborn parte dal ritrovato concetto di sharing economy che TimeRepublik pone, paragonandolo ai colossi Uber e Airbnb che “non hanno poi così tanta condivisione nel loro sistema”. Collaborazione che invece TimeRepublik offre concentrandosi molto sulla democraticità del tempo: “un aiuto in ambito grafico, servizio di dog sitter o di tutoring ti costerà sempre lo stesso: un’ora”. Per il resto l’autrice non si sbilancia sul possibile successo di TimeRepublik e sottolinea come solo il tempo ci dirà se questa intuizione avrà un seguito. È questione di tempo quindi, valore che noi di TimeRepublik sappiamo apprezzare e utilizzare.

foto di copertina, via

SIGN UP ON TIMEREPUBLIK.COM

Comments

comments